Passa ai contenuti principali

Torroncini di Benevento


Questi sono una delle tipologie di torroncini che più odoro. Li mangia da quando era bambina e la loro croccantezza e dolcezza mi ha sempre rapito. L'azienda più famosa che li produce si trova a Benevento, di lì l'origine del loro nome. Quest'anno, dopo averli mangiati a Natale, regalalati da un amico al mio ragazzo, ho deciso di cercare la ricetta per realizzarli. Ed ecco qui, vi posso assicurare che sono davvero uguali. Provateli!!!


Ingredienti per 30 torroncini:

 300 g di mandorle
 350 g di cioccolato fondente
 1 cucchiaino di cannella
 240 g di zucchero
 90 g di miele


Preparazione: Unite in una ciotola lo zucchero e la cannella, a parte versate le mandorle in abbondante acqua bollente per poterle sbucciare facilmente. Una volta pulite, tostatele nel forno a 160° per 10 minuti. A questo punto tritatele grossolanamente in un mixer. In un pentolino sciogliete lo zucchero e la cannella e inserite poi a filo il miele, disciolto il tutto versate le mandorle tritale ed amalgamate bene. Versate il composto su della carta forno, coprite con un altro foglio e con il mattarello create un rettangolo dallo spessore di 1 cm. Ora, con il composto ancora caldo, tagliate dei rettangoli di circa 2x7 cm. Una volta raffreddati, immergeteli nel cioccolato precedentemente sciolto. Adagiateli su della carta da forno e lasciateli raffreddare. Ed eccoli pronti 











Commenti

Post popolari in questo blog

Tunacado sandwich - panino con tonno e avocado -

Ascoltando Fabio Volo alla radio che parlava di questo delizioso panino, mi è venuta voglia di rifarlo. Allora sono andata a spulciare la ricetta della famosa catena Joe & The Juice e l'ho riprodotto. Il sapore è paradisiaco, fa pensare ad un aperitivo in riva al mare, è semplicissimo da comporre e gli ingredienti sono tutti saporiti, già dal video vi verrà l'acquolina in bocca.

L'incontro con Giorgione

L'incontro con Giorgione, al secolo Giorgio Barchiesi, comincia con una sua grande espressione di sorpresa nel vedere tanti "smucinati" accorsi per lui. Immancabile salopette di jeans e occhiali colorati, rotti poco prima di sedersi, "tanto ne rompo un paio al giorno". Così entra nella sala della libreria Feltrinelli di Pescara rubando subito un sorriso a tutti gli astanti. E' un uomo dall'aria rassicurante, morbida, sincera, "se lo tingi di blu è il genio della lampada" dice Stefano Monticelli, il regista che per primo ha scoperto la grande potenzialità mediatica del nostro laido oste, che infatti aggiunge: "sono Giorgione perché qualcuno mi è venuto a cercare". Comincia col parlare dell'importanza delle materie prime, l'olio e il sale su tutti, "si pagano la fatica e il lavoro, un olio che costa 3 euro può essere solo per trattori", dice giustamente. Il bello dello scegliere gli ingredienti giusti sta propr

Focaccia sofficissima pronta in 5 minuti

  Una focaccia super morbida, davvero come una nuvola. Seguite bene tutti i passaggi e rimarrete stupiti. Ingredienti 450 g di farina 400 ml di acqua 1 bustina di lievito 2 cucchiaini di zucchero 1 cucchiaino di sale 2 cucchiai di olio origano q.b. Salamoia 1/2 bicchiere di acqua2 cucchiai di olio Uniamo farina, lievito e zucchero, aggiungiamo acqua un po' alla volta, infine l'olio e il sale. L'impasto risullterà molto morbido e così che deve essere. Lasciatelo lievitare per 3 ore in luogo caldo e poi stendete l'impasta su una teglia foderata di carta forno, spennellate con la salamoia e lasciar lievitare ancora 30 minuti. Cuocere a 200° per 25 minuti.